Sforbiciate alla cultura

Ora i numeri dei tagli che vanno a colpire il mondo del libro e che paventavamo nei giorni scorsi sono un po’ più chiari. Su “Repubblica” di oggi leggiamo cifre abbastanza precise. Venti milioni di tagli per il Bonus cultura riservato ai diciottenni per il 2019, cui si sommano 1,25 milioni in meno per i crediti d’imposta delle librerie «sugli importi pagati a titolo di Imu, Tasi, Tari e spese di locazione» e 375.000 euro per le case editrici. Fanno bene a chiamarlo “governo del cambiamento”, perché il cambiamento è innegabile: in totale sono 21.625.000 euro in meno.

Continua a leggere

Pubblicato in Librerie, Politiche culturali | Contrassegnato , , | Lascia un commento

La cultura fa bene alla salute (pare)

Due ricercatrici dell’Istat, Annalisa Cicerchia ed Emanuela Bologna, hanno pubblicato sulla rivista «Economia della cultura» un interessante articolo in cui evidenziano quanto sia diversa la percezione del proprio stato di salute da parte dei cittadini a seconda dell’intensità di partecipazione alla vita culturale.

Continua a leggere

Pubblicato in Cultura, Economia della cultura | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Più tasse per le librerie

Per ora l’aumento dell’IVA sui libri, di cui si parlava nel post precedente, sembra scongiurato, ma è in arrivo un’altra tegola. Per raggranellare un po’ di quattrini, allo scopo di finanziare la “manovra espansiva” (anche se per ora si stanno espandendo solo la confusione e le iniziative demagogiche), sta calando la ghigliottina su alcune norme che prevedevano sgravi, deduzioni, detrazioni.

Continua a leggere

Pubblicato in Librerie | Contrassegnato , | Lascia un commento